Estetica del sorriso

sorriso gengivale foto prima e dopo chirurgia estetica

Correggere il sorriso gengivale

Nell’era dell’estetica, il sorriso costituisce la prima impressione che si da di se stessi. Oggi quello che conta è apparire sempre al meglio ed in forma smagliante. Proprio per questo è importante avere un sorriso bello ed accattivante sia in ambito lavorativo che relazionale.

Nell’immagine sopra riportata si vede un attore famoso che sfodera il suo irresistibile sorriso eppure, se si nota bene, ci sono delle differenze tra una foto e l’altra. Questo attore ha modificato il suo sorriso grazie ad un piccolo aiuto del chirurgo plastico: nella prima foto si vede, infatti, un’ importante esposizione delle gengive che non risulta presente  nella seconda foto.

Purtroppo non sempre è sufficiente avere denti in ordine, sani ed allineati. Per alcune persone infatti l’atto più bello del mondo, quello del sorridere, diventa un incubo, un motivo di imbarazzo e qualcosa di cui vergognarsi e da nascondere. Questo a causa di un’eccessiva esposizione della gengiva superiore.

Tale condizione è nota in medicina come sorriso gengivale o Gummy smile e può essere corretta per restituire a tutti la gioia di tornare a sorridere.

Mentre in passato era possibile trattare il gummy simile soltanto chirurgicamente con un’asportazione del tessuto gengivale eccedente, oggi si riserva tale procedura solo ai casi più gravi, mentre il più delle volte sono sufficienti trattamenti non invasivi di medicina estetica e quindi ambulatoriali che, in pochi minuti danno ottimi risultati che durano fino a sei mesi.

E’ possibile correggere il gummy simile ed ottenere un magnifico sorriso con poche iniezioni di acido ialuronico o botox (il botulino ) alla base del naso, per ridurre la risalita del labbro superiore così che quando si sorride si mostrino soltanto i denti.

Pertanto da oggi sorridere non sarà più un problema!

Dott. Luigi Fantozzi
Chirurgo Estetico

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *